Day 7: Geeko Writing Week 18. Cronache del treno (e dei giovani galanti)

Mea culpa! Non troverete i giorni 4, 5 e 6 perché li ho saltati, ero infatti super impegnata a Bottega Finzioni 😉  Cronache del treno (e dei giovani galanti) È un freddo boia. Anzi, in questo giorni di gelo improvviso dopo un novembre quasi estivo, mi viene in mente un modo di dire che credo … Continue reading Day 7: Geeko Writing Week 18. Cronache del treno (e dei giovani galanti)

Day 3: Geeko Writing Week 18. Hai capito cosa ti ho detto?

«Hai capito cosa ti ho detto?» Caterina appoggia il suo bicchiere sul tavolo, il ghiaccio si sta sciogliendo all’interno del suo spritz. Monica alza la testa dallo smartphone, sta sghignazzando per qualcosa. Qualcosa d’altro, s’intende. «Ah si… si, scusami Cate. Mia cugina mi ha taggata in un video su Facebook che fa troppo ridere… Aspetta … Continue reading Day 3: Geeko Writing Week 18. Hai capito cosa ti ho detto?

Day 2: Geeko Writing Week 18. Io sono come un cane

Io sono come un cane. I cani non hanno il senso del tempo. È bello osservarli e capire quello che vivono accanto a te, sono universi paralleli che s’incrociano col tuo. E il mio, beh, il mio è abbastanza simile al loro. Il senso del tempo è qualcosa di difficile da spiegare, per un essere … Continue reading Day 2: Geeko Writing Week 18. Io sono come un cane

Noi siamo sempre sotto il cielo con un cane amico

Nell’oscurità della notte tiepida Una bocca umida e pelosa si strofina sulle mie dita Non è un risveglio brusco, è affetto umido che bussa timido I lati lunghi del suo muso si strofinano contro la mia mano addormentata I lembi molli delle sue labbra si sollevano così che i denti affilatissimi passino sulle dita È … Continue reading Noi siamo sempre sotto il cielo con un cane amico

La mia guerriglia gentile

I suoi occhi sono grandi e lucidi e un po' impauriti. La parte bianca dell'occhio, la sclera, è scura e screziata di venuzze rosse. È un ragazzo vestito bene, ha una felpa pulita e dei jeans non consumati né calati al di sotto del bacino. Stringe in mano il portafoglio e me lo porge. Con … Continue reading La mia guerriglia gentile

Perché scrivo

Scrivere è il verbo che ha contraddistinto in maniera preponderante gli ultimi dieci mesi della mia vita. Forse dovrei dire tutta la mia vita, ma qualcosa di significativo è accaduto quest'anno e mi ha permesso di evolvere in una nuova direzione. Tu che mi stai leggendo, hai mai pensato a quale verbo corrisponde il tuo … Continue reading Perché scrivo

Al contrario subito fui

Nella mia valle un’adunanza indico Prima d’entrare, sull’uscio ogni certezza lasciare ‘Che noi che qua viviamo di speranze ancora ci nutriamo. Pertugi per infilar le regol vostre Dietro di voi si collocan chiostre Che il pensier vostro leggero sia Quando la mia valle senza salite passate La prima volta ch’entrai di voltarmi tentai E l’ultima … Continue reading Al contrario subito fui