L’isola bianca

Un fascio d’intensa luce entra nella stanza e colpisce le sue palpebre, costringendole ad aprirsi. Come spesso accade, per una frazione d’istante si chiede dove si trovi, andando a cercare nella memoria tutte le stanze in cui ha dormito nella sua vita, sovrapponendo la loro immagine e la disposizione dei loro mobili all’immagine che si … Continue reading L’isola bianca

Preghiera dall’universo

    Camminerai sicura nell’oscurità I tuoi passi si poseranno senza timore Sul suolo che non ti sarà possibile riconoscere. Dalla tempesta più torrenziale Uscirai indenne, a capo scoperto e asciutto.   Percorrerai con mani e piedi Strade lastricate di braci ardenti Ma non un dolore avvertirai sulla pallida pelle tua   Non posso prometter … Continue reading Preghiera dall’universo

Nel mezzo dell’Europa o forse no

Era una notte senza nuvole, un cielo blu Van Gogh era sopra la mia testa, letteralmente. Un cielo tempestato di stelle luminose. Uno di quei cieli che solo in montagna, d’estate, in pieno Agosto, si può avere la fortuna di ammirare. Montagna? Quindi ci trovavamo in montagna? O collina? O solo una zona molto boscosa? … Continue reading Nel mezzo dell’Europa o forse no

Spiare i volti in stazione

Aspettano il treno, amandosi un altro po' prima di salutarsi. Sono giovanissime, hanno la metà dei miei anni e forse anche meno. Potrebbero essere le mie figlie. Io le guardo con la curiosità di chi non vede l'ora di infilarle in un racconto, di narrare le loro piccole mani intrecciate, aristocratiche e pallide come una … Continue reading Spiare i volti in stazione

Coopforwords 2018

Dopo il bellissimo secondo posto nella categoria Racconti dello scontrino dello scorso anno, e la pubblicazione sul volume Cado come neve edito da Fernandel, quest'anno ci  riprovo! Eccomi dunque a partecipare sia nella categoria I Racconti dello scontrino che in quella della Poesia. Il termine per l'invio dei propri elaborati è scaduto il 17 giugno … Continue reading Coopforwords 2018

Aquarius, 629 volte questo augurio

Dedicato a chi esulta: Vi auguro di ritrovarvi in mare. Non sul materassino gonfiabile a pochi metri dalla riva a Gatteo Mare, ma a molte miglia marittime dalla costa, nel Mediterraneo. Su di una barca che cade a pezzi, con altre centinaia come voi, pelle contro pelle, i sudori che si mischiano. La sete sta … Continue reading Aquarius, 629 volte questo augurio

Notte senza giorno

Distese di grano nell’ovest del mondo mostri d’acciaio passano e raccolgono Qua non arriva nulla All’ultimo degli indirizzi della terra   Fragore di tuono nel buio affamato Lontano, non abbastanza Lampi nel cielo Ritmico sferraglio da qualche parte Qualcuno sta morendo Per il momento, non sono io.   Per un attimo torna il silenzio Non … Continue reading Notte senza giorno