Dicono di me

Aggiornerò questa pagina mano a mano che vengono pubblicate recensioni del mio primo romanzo Scrivi.

Desidero ringraziare i blogger che, con le loro attente letture, mi permettono di condividere le mie parole e le mie storie col pubblico. Se desiderate collaborare con me, leggere Scrivi e recensirlo, scrivetemi

Qui la recensione di Tatiana Sabina Meloni che vi invito a seguire anche su Facebook alla sua pagina T.S. Mellony

Schermata 2018-10-31 alle 10.21.57

Qui la recensione di Valentina Salvati, sul suo blog Libri di Vale. Valentina mi ha anche intervistata sempre sul suo blog. Potete trovarla anche su Instagram al profilo @libri_di_vale e su Twitter @libridivale.

Schermata 2018-09-26 alle 14.38.43

Qui la recensione dal blog di Stefania Siano, che potete trovare anche su Instagram: @stefania_siano e su Facebook: Stefania Siano

scrivi-di-marianna-brogi-ig

Le tre meravigliose ragazze de @il_mangialibro  su Instagram hanno scritto una recensione che ho adorato a questo link. La lora pagina Facebook: Il Mangialibro

Schermata 2018-08-02 alle 14.43.52

@lafelicitàvienleggendo su Instagram, presente su Facebook alla pagina La felicità vien leggendo, ecco la sua recensione di Scrivi

Schermata 2018-07-04 alle 15.07.35

@ilibridimomo su Instagram, presente su Facebook alla pagina I libri di Momo; Simona Vallasciani page , ecco la sua recensione di Scrivi

Schermata 2018-07-04 alle 15.06.09

@letysbook su Instragram, presente su Facebook con la pagina Lety’s book

ecco la sua recensione di Scrivi

Schermata 2018-07-04 alle 15.12.23

 

Qui invece potete leggere le recensioni pubblicate su Geeko, in particolare vorrei riportare qui quella di Salvatore Improta, scrittore e autore di Brucia, disponibile sempre su Geeko Editor.

“Quando mancano poche pagine al finale di un libro, un libro di cui sono rimasto affascinato, cerco di ritagliarmi un memento intimo per terminarlo. Un momento in cui restare solo con le pagine (o i bit nei casi degli ebook) e godere con loro della bellezza delle parole. Mi è capitato spesso di perdermi e non riuscire a leggere null’altro per giorni per continuare ad assaporare i finali e le storie da poco terminate. Per Scrivi è stato lo stesso.
Ho terminato il libro, ho letto le ultime pagine in rigorosa intimità. Sono tornato indietro, ho riletto dei paragrafi. Ho riletto delle parole, rivisto delle immagini, abbracciato dei personaggi. Ho impiegato più tempo a leggere le ultime 30 pagine che tutti il resto del libro.
Non vi aspettate un libro semplice, non vi aspettate un libro difficile. Scrivi è il racconto di diverse vite che si intrecciano nello spazio e nel tempo restando profondamente segnate l’una dall’altra: Celeste segnata dalla vita dei genitori, del marito; Celeste che segna a sua volta la vita di Dorotea. Dorotea segnata dalla vita di Marcello.
Non vi aspettate un romanzo. Non vi aspettate un no fiction. Scrivi è un’operazione a cuore aperto dell’autrice abile chirurga delle parole. Marianna ha una scrittura fluida e immaginifica quasi cinematografica. Leggendo, specialmente i capitoli ambientati nel periodo pre e post bellico, sembra di essere in un film di De Sica e Rossellini. Mentre i capitoli di Dorotea sono moderni, attuali più vicini alla scrittura dei suoi autori preferiti.
STRUTTURA
Il libro si divide in due parti che si intrecciano, la storia di Celeste e quella di Dorotea la prima bambinaia della seconda, seconda che racconta la vita di entrambe in una sorta di flusso narrativo che alterna in modo non strutturato le vicende delle due donne. Il finale è tutto dedicato a Dorotea, con la scelta azzeccatissima di chiamare alcuni capitoli nomi dei colori e nomi delle città in cui la stessa si è formata (si legga di seguito).
PROTAGONISTI
Il mio preferito è Celeste, una donna che attraverso il tempo e lo spazio taglia in due il libro: da un lato la sua vita, da un altro lato la sua “funzione” di bambinaia nella vita dell’altra forte protagonista Dorotea che finirà inverosimilmente influenzata dagli eventi della vita di certo non “celestiale” della donna. Dorotea che combatte la crisi, non solo economica, crisi che insieme a Marcello la indurranno a scrivere “SCRIVI”.
LUOGHI
Pur essendo incentrato principalmente su Pennabilli (di cui ci sono anche moltissimi richiami storici), il libro vive attraverso molte città italiane e straniere, in cui le due protagoniste lasciano pezzi di cuore in cambio di esperienze, sensazioni e sentimenti. (la geografia di Scrivi che dall’Emilia Romagna, attraversa addirittura l’oceano per raggiungere Los Angeles).
MUSICA
E c’è la musica, dai Red Hot ai Verve, in particolare nella seconda parte del libro. Ed anche alcuni capitoli, pur non essendo legati a canzoni in particolari erano decisamente musicali per il sapiente accostamento delle parole.
EDITING
Il lavoro di editing del libro non deve essere stato semplice, tanti sentimenti, tante corde da toccare e far risuonare in momenti differenti. Una sfida, rendere una biografia un racconto, una storia da condividere. Riuscita in pieno.

In chiusura, prima di iniziare questo libro abbandonate qualunque aspettativa, così da non crearvi schemi che occludano la vista. Gustatelo, mangiatelo lentamente, digeritelo, rileggetelo e lasciatelo fermentare. Rimarrete sazi!
Consiglio inoltre di leggere anche tutti gli altri lavori di Marianna sul sito di Geeko, per entrare sempre più nel suo mondo.

Per finire vi cito la mia parte preferita:
Quando ci passi in mezzo non riesci a vedere la fine delle nubi, il grigio si insinua tra i campi, tra le balle di fieno addormentate, tra i frutteti e i vitigni. L’acqua è nell’aria, le nubi ne sono gonfie, presto si lasceranno andare con forza e allora sarà temporale. [..] In quei momenti puoi pensare che sia giunta la fine del mondo, puoi pensare che tutto questo buio non se ne andrà mai, puoi ragionevolmente rabbrividire di freddo perché senti l’acqua che entra anche in te. [..] Il cattivo tempo in Emilia è come un cameo di qualche famoso attore all’interno di un film. Stai guardando il film e all’improvviso entra in scena, non può passare inosservato, non può non lasciare un segno, e quanta maestosità lascia alle sue spalle…”

Ricordo inoltre a tutti i book blogger che sul sito della mia casa editrice, Geeko Editor, è possibile tenere un proprio blog, pubblicare recensioni, racconti, e naturalmente interagire con la community sempre crescente, si tratta di una casa editrice social, venite a trovarci! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.